Boom di truffe su cellulare

Boom di truffe su cellulare
Le associazioni dei consumatori, Adiconsum in testa, riportano un nuovo boom delle truffe su cellulare di tipo servizi premium non richiesti.
E l’autorità di settore, Agcom, comincia a lavorare a una soluzione per rimuovere il problema
alla radice.
La truffa è nota: navighiamo su Internet e veniamo abbonati, inconsapevolmente, a servizi a
valore aggiunto da 5 euro a settimana (giochi, emoticon…).
A volte basta un tap involontario su una pubblicità che appare sul browser; altre volte il fornitore del servizio riesce ad abbonarci anche senza il nostro clic (che riesce a replicare in automatico sfruttando vulnerabilità informatiche del sistema).

L’utente spesso se ne accorge solo dopo aver visto ridursi i soldi sulla ricaricabile o dopo aver trovato strani costi in bolletta.
A quanto riporta Adiconsum, spesso l’utente deve battersi a lungo per ottenere il rimborso dall’operatore.
Ecco perché Agcom ha ripreso in mano questo dossier e sta valutando – in queste settimane – di imporre agli operatori una nuova misura di protezione degli utenti, per rendere meno immediato e più sicuro il sistema di addebiti di servizi a valore aggiunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*