Amazon e EBay, come restituire un oggetto difettoso o indesiderato

Amazon e EBay, come restituire un oggetto difettoso o indesiderato
Informatblog.

Li chiamavano ‘semplici’ marketplace e-commerce, oggi rappresentano un modello di business globale. Sono Amazon e EBay. Chi non ha mai fatto un acquisto su queste piattaforme?

Entrambe prevedono la possibilità di restituire l’oggetto acquistato. È raro, ma può capitare che ciò che arriva a casa non sia conforme alla descrizione, difettoso, o che per sbaglio sia stato ordinato un articolo al posto di un altro. Di seguito tutti i passaggi per restituire il pacco in modo veloce e semplice.


Foto da exportiamo.it

Amazon

Amazon permette di restituire l’oggetto indesiderato attraverso il Centro resi online entro 30 giorni dalla data di consegna, a patto che non si tratti di un articolo deteriorabile o già scaricato su un dispositivo digitale (come ad esempio accade per gli ebook).

Una volta nel Centro resi online, si deve:

  1. cliccare su Restituisci articoli ed effettuare il login per essere reindirizzati sulla pagina degli ordini effettuati.
  2. selezionare l’articolo da restituire e la motivazione (parti mancanti, prestazioni o qualità non adeguate, non più necessario, etc.). In base alla motivazione scelta, è possibile che le spese di spedizione vengano addebitate all’utente.

Depressione: l’attivazione comportamentale

ansia e depressione
Molti uomini sottovalutano i sintomi della depressione e dell’ansia, liquidandoli
come sciocchezze.
L’attivazione comportamentale potrebbe venire in loro aiuto.
Questa nuova tecnica si basa sulle modifiche nel comportamento che possono scatenare emozioni positive.
Chi la segue deve dedicarsi, tra l’altro, ad attività che ama, meglio se fisiche.
Secondo uno studio può funzionare bene quanto la terapia cognitiva comportamentale, il cui obiettivo è alterare i percorsi negativi del pensiero.

William Pollack,
professore associato alla cattedra di psicologia alla Harvard Medical School

Eliminare le rughe dal collo

rughe del collo

Tanti uomini sono molto attenti all’aspetto del collo e preoccupati dal fatto che spesso, passata una certa età, è pieno di rughe e grinze.
È facile correre ai ripari ritrovando una pelle soda usando una crema antirughe al retinolo. Ma esistono anche dispositivi dotati di piccoli aghi che i dermatologi usano per inviare una radiofrequenza (la stessa del microonde a intensità diversa) alla pelle del collo, in modo da scaldarla e tenderla.
Questo nuovo trattamento si chiama Intensif o Infini.

Adas Nasir,
direttore del dipartimento di dermatologia alla Wake Research Associated di Raleigh, California.

Spazza via la disfunzione erettile con le onde d’urto

disfunzione erettile
Non c’è una cura per eliminare la causa della disfunzione erettile.
Puoi solo eliminare i sintomi.
Ecco perché la terapia a base di onde d’urto a bassa intensità è così interessante.
Sono già usate come trattamento contro i calcoli renali (li spaccano in sassolini più piccoli).
Nel caso della disfunzione erettile le onde d’urto a bassa intensità colpiscono il pene scatenando la neovascolarizzazione, che stimola la circolazione del sangue e la crescita dei capillari.
È una tecnica non ancora approvata universalmente, come negli USA, ma già utilizzata in Europa.

Larry Lipshultz,
professore di urologia al Baylor College of Medicine

Tecno Camon CX, nuovo smartphone per il mercato africano

Tecno Camon CX, nuovo smartphone per il mercato africano
Informatblog.

Il produttore di cellulari leader in Africa, TECNO mobile, ha presentato il suo ultimo smartphone, il Camon CX, in un evento che ha avuto luogo a Nairobi lo scorso Venerdì. Il cellulare, che è stato progettato specificamente per i giovani e gli utenti di smartphone indipendenti, prevede di essere il “Camera selfie” per i giovani dell’Africa.

Da quando TECNO è stata lanciata in Africa nel 2006, l’azienda ha venduto oltre 45 milioni di cellulari in tutto il continente. Solo lo scorso anno ha venduto 9 milioni di smartphone in tutta l’Africa. La serie Camon, che è stata introdotta nel 2015, ha venduto più di 5 milioni di cellulari a livello globale.

Tecno Camon CX

Recentemente Stephen Ha, Direttore Generale di TECNO Mobile, ha parlato dello smartphone Camon CX e delle ambizioni di TECNO per l’Africa, in un’intervista con Forbes. Chiedendogli la ricetta per il successo, egli ha risposto:

Il comportamento del Galaxy S8 sulle reti telefoniche USA

Il comportamento del Galaxy S8 sulle reti telefoniche USA
Informatblog.

Il Galaxy S8 si presenta come un potente smartphone per tutti e quattro i principali operatori degli Stati Uniti. Ha abilità speciali su T-Mobile, Sprint e AT & T, mentre l’assenza di Verizon dalla lista potrebbe essere solo perché l’operatore non vuole dare altre informazioni.

Sulla rete T-Mobile, il Galaxy S8 può raggiungere “gigabit LTE” di velocità, combinando l’aggregazione operatore 3x, 4×4 MIMO, e 256 QAM, che nessun altro telefono ancora ha mai fatto. La prima è una tecnica di diverse onde radio che fanno un percorso molto ampio. La seconda moltiplica le antenne per avere il segnale più forte, ed il terzo è un sistema di codifica più efficiente.

Il Galaxy S7, a differenza del Galaxy S8, aveva queste tre tecnologie, ma poteva utilizzarne solo due alla volta. “Con tutti questi trucchi, il Galaxy S8 diventa il nostro primo dispositivo capace di raggiungere la velocità di 1 gigabit”, dice Samsung.

Galaxy S8

Naturalmente, T-Mobile ha bisogno di abbastanza onde radio, o spettro, per trasmettere queste velocità. Ci vogliono almeno 50 MHz dello spettro LTE per arrivare ai gigabit, quindi data la necessità di mantenere le reti 2G e 3G, gli esperti Mosaik Solutions hanno scoperto dove T-Mobile ha più di 70 MHz di spettro.

Lexar JumpDrive Tough, la nuova penna flash USB super resistente

Lexar JumpDrive Tough, la nuova penna flash USB super resistente
Informatblog.

Nell’ultima settimana, Lexar ha introdotto una nuova serie di unità flash USB con una maggiore resistenza. Le nuove unità JumpDrive tough sono costruite per sopravvivere in condizioni difficili, come ad esempio temperature molto fredde o calde, e anche all’acqua. Per quanto riguarda le prestazioni e le capacità, stiamo parlando di prodotti abbastanza mainstream con USB di interfaccia tipo A a basso prezzo.

le JumpDrive tough sono progettate per sopportare urti (fino a 750 PSI o 50 atm), temperature estreme (da -25 ° C a + 148,9 ° C) e acqua (si sostiene che sia resistente all’acqua fino a 98 piedi, o 30 metri).

lexar penna usb

Questo ovviamente paragonato a unità flash tipiche che possono essere conservate a -20° C e che operano a 0° C, o alcune che sono anche resistenti all’acqua e all’uso di resine . Ci sono gamme di prodotti sul mercato finalizzati all’estrema resistenza fisica, e l’estrema escursione termica. Nel caso della Lexar JumpDrive Tough, la resistenza all’acqua e la resistenza fisica sono i principali punti di forza per la vendita delle nuove unità di Lexar.

Boom di truffe su cellulare

Boom di truffe su cellulare
Le associazioni dei consumatori, Adiconsum in testa, riportano un nuovo boom delle truffe su cellulare di tipo servizi premium non richiesti.
E l’autorità di settore, Agcom, comincia a lavorare a una soluzione per rimuovere il problema
alla radice.
La truffa è nota: navighiamo su Internet e veniamo abbonati, inconsapevolmente, a servizi a
valore aggiunto da 5 euro a settimana (giochi, emoticon…).
A volte basta un tap involontario su una pubblicità che appare sul browser; altre volte il fornitore del servizio riesce ad abbonarci anche senza il nostro clic (che riesce a replicare in automatico sfruttando vulnerabilità informatiche del sistema).

L’utente spesso se ne accorge solo dopo aver visto ridursi i soldi sulla ricaricabile o dopo aver trovato strani costi in bolletta.
A quanto riporta Adiconsum, spesso l’utente deve battersi a lungo per ottenere il rimborso dall’operatore.
Ecco perché Agcom ha ripreso in mano questo dossier e sta valutando – in queste settimane – di imporre agli operatori una nuova misura di protezione degli utenti, per rendere meno immediato e più sicuro il sistema di addebiti di servizi a valore aggiunto.

Il cellulare all’estero ci costerà come in Italia

SimLe istituzioni europee hanno chiuso l’accordo, definitivamente, a febbraio: dal 15 giugno 2017 usare il cellulare all’estero (roaming), all’interno dell’Unione europea, ci costerà come in Italia.
Si applica la stessa tariffa che abbiamo attivato.
Una rivoluzione, quindi, ma gravata da alcune incognite.
La prima: le regole prevedono che in ogni Paese le autorità di settore (da noi l’Agcom) stabiliscano una soglia di traffico massimo che l’utente può fare all’estero allo stesso prezzo dell’Italia.

Se eccediamo con telefonate e Internet, insomma, rischiamo di pagare un extra.
Altra incognita è se gli operatori alzeranno di conseguenza i prezzi per il traffico in Italia, per compensare le perdite sul roaming.
L’allarme è stato lanciato dal M5S, per voce dell’eurodeputato grillino David Borrelli, il quale teme “una stangata per i cittadini che già in questi mesi hanno subito rialzi ingiustificati
delle tariffe da parte delle compagnie telefoniche, come più volte denunciato dall’Agcom”.

Adesso il browser protegge i nostri dati

Il browser protegge i nostri dati

Da fine gennaio le nuove versioni di Chrome e Firefox, , ci avvisano se stiamo inserendo dati sensibili su connessioni non sicure, ovvero quelle basate su protocollo HTTP invece, che il protocollo HTTPS  il quale è protetto da crittografia.
Mozilla Firefox nella versione 51 fa tutto questo mostrando l’icona di un lucchetto in grigio con un segno rosso su tutti i siti che ancora utilizzano il semplice HTTP che chiedono login e password agli utenti.
Google Chrome nella versione 56 mostra invece avvisi anche per i siti HTTP che chiedono i dettagli delle carte di credito.